Il Piano mira a favorire interventi organizzativi per la presa in carico del paziente cronico, “anche a partire dal confronto dei modelli aziendali nel rispetto delle diverse realtà territoriali”, spiega la Regione. L’incontro è stato anche l’occasione per illustrare i contenuti di una delibera per la promozione del ruolo dei cittadini nella programmazione e valutazione dei servizi sanitari regionali, che dobrenne arrivare in Giunta la prossima settimana.

21 GIU – Una riunione con i sindacati e i rappresentati delle maggiori associazioni dei diritti dei malati per illustrare il percorso di attuazione del “Piano regionale della cronicità” che, promette la Regione, “sarà una vera e propria rivoluzione nell’assistenza ai malati cronici”. La riunione è stata promossa ieri pomeriggio presso la Regione Lazio alla presenza dell’Assessore alla Sanità e l’Integrazione Sociosanitaria, Alessio D’Amato e il Direttore generale della Sanità Renato Botti.

Nel corso dell’incontro la Regione ha spiegato come l’obiettivo del Piano sia “favorire interventi organizzativi mirati alla presa in carico del paziente cronico, anche a partire dal confronto dei modelli aziendali nel rispetto delle diverse realtà territoriali”.

Leggi il resto qui:

http://www.quotidianosanita.it/lazio/articolo.php?articolo_id=75146